Gazzetta TMR Brasile

GP1


Ventesimo appuntamento GP1 in Brasile, con tutti i verdetti già scritti meno che uno: chi retrocederà in GP2 fra 7up e Xivor? Separati di soli 5 punti, mostrano velocità diverse già dalla Q1 da cui Xivor esce prematuramente al contrario del pilota Renault che si piazza in top ten. La Q3 è un film già visto, la pole position è del campione del mondo Pizza col tempo stratosferico di 1.7.634 rifilando quasi due decimi a Raptor: staccato di mezzo secondo The King. Pronti via ed è subito duello Alfa-Renault, Raptor e Pizza si superano più volte fino al pit stop anticipato del pilota Alfa che però finirà imbottigliato nel traffico favorendo l'overcut di Pizza, ancora una volta dimostratosi più astuto e strategico. Straordinario Squirtator che da sostituto riesce a salire fino alla seconda posizione, mantenendosi fino alla fine in vantaggio su Catta che chiude a podio. Ancora una vittoria per Pizza, mentre Raptor crolla e chiude quinto. Due importanti punti per Sevenup che si porta a 3 sole lunghezze da Xivor prima dell'ultima gara, col pilota McLaren fuori dalla zona punti



GP2


La GP2 targata TMR giunge ad Interlagos per la ventesima tappa del campionato. Con il campionato ormai chiuso, le promozioni e le retrocessioni sono ancora un bel punto di domanda. Le qualifiche vedono però uno straordinario TMR James Hunt strappare la pole position con il tempo di 1:07:998 davanti al suo compagno di squadra TMR Kevin. In gara, grazie alla mescola di vantaggio il pilota toscano prende un po' di vantaggio, fino al giro 11 quando entra la safety car che, come al solito, rimescola tutto. James Hunt sfortunatamente, passa la corsia dei box proprio al momento dell'uscita della safety, mentre Kira e Kevin riescono a rientrare al momento giusto. Si ripete quindi il duello di inizio campionato tra il giovane campione Kevin e Kira. Durante uno dei tanti corpo a corpo però, TMR Kira perde il controllo in curva 4, ma da dietro il toscano doc ha già ripreso a macinare posizioni in una grandissima rimonta. Rimonta interrotta ad un giro dalla fine dove a causa dell'usura gomme, perde il controllo della sua racing point consegnando l'ennesima vittoria tra le mani del campione TMR Kevin. Ottima 3° piazza per TMR Bottas che vede la gp1 distante ora solo 15 punti


GP3


Penultima gara Gp3 ad Interlagos, il campione del mondo Phred già in vacanza mentre si vanno a definire gli ultimi dettagli in ottica retrocessione. Inarrestabile Offalessandro, grande rivale del pilota Haas e prossimo alla GP1 come compagno di VelocePizza, piazza una pole da paura col tempo di 1.8.151 in qualifiche brevi in virtù di un crash precedente: al suo fianco, lontano, Poleicelman mentre terzo è un ottimo AlextheOne. Il passaggio al no trazione non aiuta Phred che naviga in decima posizione, mentre i tre davanti partono in gara senza problemi, col solo Lovelier quarto che prova a impensierire il podio di Alex in Mercedes. Offale fa il vuoto, Poleicelman non ha ritmo per prenderlo e difende la seconda piazza: ritiro per il campione del mondo ancora alle prese con l'importante ambientamento del tcs off, evidentemente lontano. Vince Offale, in una gara senza sussulti. Cala al quarto posto Poleicelman per le troppe penalità, straordinario secondo per Alextheone e terzo fondamentale per Lovelier che si tira fuori dalla zona retrocessione, condannando al momento AriesRox in Redbull: tutto rimandato ad Abu Dhabi per l'ultimo verdetto


GP4


Se gli altri campionati sono ormai chiuso, la GP4 non lo è affatto. Ad Interlagos va in scena l'ennesimo match point per TMR the king, pronto ad approfittare di qualsiasi passo falso di TMR Luigi. In qualifica però è proprio Luigi a strappare la prima piazza sulla griglia, staccando di soli 25 millesimi il pilota siciliano. Pronti via e tra i due litiganti si inserisce TMR LalloDan che con un ottimo start brucia The King in partenza. L'avvoltoio allora aspetta e opta per un undercat nei confronti dell'eterno rivale, anticipando la sosta e montando gomme medie. Undercut che non riesce al primo cambio gomme, Luigi infatti montando ancora gomma soft riesce a mantenere la posizione di testa, aiutato dal traffico che ha rallentato Michele. Al giro 24 invece ennesima safety che costringe Luigi alla sosta dando modo a The King di prendere la leadership della gara. Vantaggio sfumato al giro 28 quando le gocce di pioggia si posano sulla visiera dei piloti, costringendo The king ad alzare il piede lasciando sfilare il pilota Mercedes ed il pilota racing point che daranno vita ad una lotta fino all'ultimo metro, decisa dalle penalità. Vince TMR LalloDan rimandando ancora il tanto agoniato titolo per il pilota Ferrari.